Yves Saint Laurent

a cura di Lucilla Giramma


Cari Vintagers,

oggi vi racconterò la bellissima storia di Yves Henri Donat Mathieu Saint Laurent, in arte: YVES SAINT LAURENT.




Nasce il primo agosto 1936 a Orano, nell’Algeria francese, e sin da piccolo mostra il suo talento e la sua passione per la moda creando bellissime bambole e abiti per la mamma e le sorelle. All’età di diciassette anni si reca a Parigi, dove si svolgerà uno degli incontri più importanti della sua vita, ovvero quello con il grande maestro di moda Christian Dior, per il quale Yves cominciò a lavorare da subito conquistando la sua fiducia e il suo rispetto, fino a diventare il suo collaboratore fidato.


Nel 1957 con la morte di Christian Dior, viene scelto come suo successore ma nel 1960 deve abbandonare il mondo della moda per arruolarsi per prendere parte alla guerra di indipendenza in Algeria, un doppio trauma per il giovane Saint Laurent, abbandonare il lavoro dei suoi sogni per vivere la drammatica realtà della guerra, un trauma così forte per il quale il giovane poco più che ventenne viene ricoverato e per il quale sarà sottoposto a trattamenti psichiatrici. In quegli anni viene anche a conoscenza del fatto che vi è un altro sostituto alla direzione creativa di Dior, la Maison quindi non aveva rispettato i termini contrattuali.


Se è vero che l’amore tutto può, è proprio il grande amore che YSL nutre per la moda che lo porterà al successo e a ritornare in carreggiata più forte che mai, infatti il giovane Yves riesce ad ottenere un risarcimento da Dior e grazie al quale fonderà la sua Maison.



Da quel momento in poi Yves Saint Laurent riesce ad esprimere la sua personalità rivoluzionaria attraverso la sua più grande passione : il suo lavoro.

Icona di moda e innovatore dell’universo femminile Saint Laurent nel 1965 crea l’abito MONDRIAN, un abito di lana a forma di A con stampa ispirata all’arte dei colori primari del famoso pittore, un’opera d’arte da indossare e non solo da osservare.


Negli anni seguenti il famoso stilista lancia la moda dello SMOKING FEMMINILE e nel 1968 inaugura sulle sue passerelle in NUDE LOOK, camicette velate e abiti trasparenti, una vera rivoluzione per i suoi tempi tanto che alcune famose riviste si rifiutarono di pubblicare le foto di questi abiti che lasciavano intravedere i seni delle modelle.

È sempre Saint Laurent a introdurre nel guardaroba femminile il Blazer Sahariana e nel 1977 lancia un nuovo profumo femminile con il nome di una droga: OPIUM.


Yves Saint Lauren - Collezione Mondrian

Fu il primo creatore di moda vivente al quale il Metropolitan Museum of Art di New York dedica una retrospettiva.

Innumerevoli sono le sue creazioni, i suoi abiti ma soprattutto le sue bellissime ed iconiche borse…

Una personalità unica, bizzarra, rivoluzionaria… ma soprattutto un innovatore fino alla fine, capace di far indossare vere e proprie opere d’arte … una personalità che ha cambiato il mondo della moda, stravolto l’immagine della donna degli anni 70(e non solo) modernizzandola con quel tocco di trasgressione e ribellione che prima d’allora altri non erano riusciti a fare…


Un artista che in silenzio, attraverso la propria arte e le proprie creazioni riesce ad esprimere i pensieri più profondi di libertà e innovazione cambiando attraverso una passerella la vita della donna di tutti i giorni… semplicemente: YSL.

Vi aspetto al prossimo appuntamento di #vintagladybag dove ammireremo una nuova it-bag…

Con affetto,

LUCILLA



Iscriviti alla newsletter
Download vintag
  • Bianco Instagram Icona
  • White Facebook Icon
  • Bianco YouTube Icona
  • White Twitter Icon
  • White LinkedIn Icon
Informazioni

© 2020 by Vintag srl piva 03560201208 info@vintag.store