Una passione incondizionata per le storie vintage: intervista a Carmela


Cari Vintagers,

possono i ricordi d'infanzia influenzare quello che siamo oggi?

Ci risponde Carmela che trovate in app con il nome utente @casavintage31.

Appassionata di design e oggetti d'arredo comincia la sua avventura su Vintag quasi per caso, grazie a un'amica.

Con il tempo ha scoperto che la sua passione per tutto quello che racconta una storia, viene dal cuore e da tutto ciò che testimonia una passato a noi caro e prezioso.

Buona lettura!




Ciao Carmela, benvenuta in community. Raccontaci come nasce il tuo shop @casavintage31, e come mai hai scelto questo username?

"Ciao a tutti! è un piacere essere presente in una community così affiatata ed è un onore, poter rispondere a quest’intervista dedicata a Casa Vintage31. 

Casa Vintage31 nasce circa quattro anni fa quando, a seguito di un trasloco non troppo organizzato, mi sono resa conto che negli anni, la mia passione aveva invaso letteralmente la mia casa così, anche spronata da una cara amica, mi sono decisa ad iniziare a condividere con chi apprezzava la particolarità degli oggetti vintage, i miei tesori. 

Dapprima ho creato un piccolo blog quindi ho aperto le pagine Instagram e Facebook fino alla scoperta di app dedicate alla vendita on line proprio come Vintag.

Il nome nasce in maniera semplice:  non poteva che essere Casa Vintage perché è dalla mia casa che nasce la mia passione, 31 è un numero che si ripropone spesso nella mia vita e che quindi mi è molto caro."


Il tuo profilo è un misto di icone di Design. Come scegli gli oggetti che proponi nel tuo shop su Vintag?

"Credo che la scelta di quale oggetto inserire nello shop CasaVintage31 provenga innanzitutto dal cuore: andando in giro per mercatini, facendo ricerche on line o scambiando oggetti con altri appassionati mi piace sempre parlare con le persone ed ascoltare le storie nascoste dietro agli oggetti che vedo e ben presto, mi sono resa conto, che alcuni oggetti fanno breccia nel cuore immediatamente proprio grazie alle storie che racchiudono.

È il caso delle macchine da scrivere, che sono sempre arrivate nelle mie mani da persone che amavano scrivere ed inventare storie e racconti o dei libri antichi che provengono dagli angoli più disparati del nostro paese e non solo, di piccoli oggetti che ai più generalmente passano inosservati, come la boccetta di medicamento a base di Chinino di inizio ‘900 che quando mi sono ritrovata fra le mani, ha fatto brillare i miei occhi per ore ed ascoltando la storia che raccontava, mi ha letteralmente rapito. 

Poi, ci sono quegli oggetti, come la bilancia Terrallion, le macchine fotografiche a pellicola o il Sapientino Più, che quando li vedi, semplicemente non puoi non prenderli con te, sarebbe un vero delitto perché sono icone vere e proprie che hanno segnato lo scandire del tempo. 

La scelta comunque non parte mai dalla testa ma sempre dal cuore, il vintage per me è amore e conoscenza della storia che non è scritta sui libri."


Cosa non può mancare nella casa della perfetta Vintagers?

"Innanzitutto uno studio che possieda tre oggetti principali: una lampada da scrivania che tenga compagnia quando con la sua luce ci illumina, una macchina da scrivere che ci ricordi che il computer non è l’unico oggetto che possiamo utilizzare e una penna stilografica, magari da dover lucidare di tanto in tanto, con cui scrivere delle lettere a chi amiamo. Ma non sarei sincera se non dicessi che, anche la cucina, dovrebbe avere degli oggetti del cuore, come: una stufa a legna, anche se non la useremo mai, una bilancia a pesetti e un servizio da tè di cui andare fiere."


Hai un ricordo o un aneddoto su un tuo oggetto che ci vuoi raccontare?

"Certamente, ne avrei a centinaia ma se devo ricordarne uno soltanto, non posso che raccontarvi la storia della stufa Zoppas Economica a legna che nella casa in montagna dai miei nonni, da bambina, soleva incantarmi: mi piaceva moltissimo aiutare mio nonno a mettere i pezzettini di legno dal suo magico sportellino e vederli scoppiettare oppure adoravo quando da piccola, mia nonna faceva scaldare i mattoni in terra naturale nel suo vano più grande quindi, li avvolgeva in un panno e li metteva in fondo al letto per scaldare i piedi d’inverno. A distanza di anni, ho ritrovato per caso una stufa identica e come ovvio che fosse, ho deciso di portarla a casa con me per ripercorrere i miei ricordi."



Vintag ha come missione la diffusione del Vintage in ogni sua forma, perchè siamo convinti che disperdere le eccellenze passate sia un errore che il mondo di oggi non può permettersi. Cosa ne pensi? 

"Credo che la passione per gli oggetti d’altri tempi, modernariato, vintage o antichità, non sia solo un passatempo o un desiderio di collezionismo ma anche un modo concreto per sperimentare l’evoluzione dei tempi, il progresso e non in ultimo, l’importanza della storia. Oggetti che una volta venivano utilizzati quotidianamente, oggi sembrano essere rarità e alle volte, purtroppo, non sono nemmeno conosciuti ai più. Ecco, la storia di ciascuno di noi, ad esempio, potrebbe essere raccontata proprio a partire da oggetti che ci sono stati cari, simboli di alcuni momenti della nostra vita e questo dovrebbe bastarci per lasciarci affascinare e rapire dal mondo del vintage. 

Senza dimenticare poi che scegliere di dare nuova vita ad un oggetto, significa anche non sprecare e riutilizzare, due ottime norme assolutamente green!"

Iscriviti alla newsletter
Download vintag
  • Bianco Instagram Icona
  • White Facebook Icon
  • Bianco YouTube Icona
  • White Twitter Icon
  • White LinkedIn Icon
Informazioni

© 2020 by Vintag srl piva 03560201208 info@vintag.store