• VintagTeam

Una bohème dei giorni nostri

Questa settimana abbiamo il piacere di presentarvi Livia, approdata su Vintag nel periodo della quarantena e che in pochissimo tempo ha già conquistato i nostri cuori con la sua bella selezione di capi. Livia ci racconta che il suo amore per il Vintage è nato durante il suo Erasmus in Danimarca, e da quel momento è diventata una cliente abituale dei mercatini delle pulci, dove predilige gli abiti in stile anni '80 e pieni di colori.


Ciao Livia, benvenuta in community. Dicci un po', chi c’è dietro lo shop labohème?

"Hello! E grazie a voi! Chi c’è dietro lo shop labohéme… Beh, c’è Livia Savarese, una ragazza un po' particolare con una personalità altrettanto particolare. Sono un’amante dell’arte e della poesia, il cui connubio amo ritrovare in tutto ciò che indosso. Ogni abito ha una storia da raccontare ed il mio compito è ritrovare quel filo conduttore che unisce passato e presente; in altre parole, amo pensare di poter ridare vita ad un vecchio capo, valorizzare la sua unicità attraverso la mia narrativa presente – o meglio – quella di chiunque voglia indossare gli abiti che propongo."

Come è iniziata la tua passione per il vintage?

"Ancora prima del vintage mi sono avvicinata alla second-hand fashion. All’epoca vivevo in Danimarca dove frequentavo vari “loppemarkeder” sparsi qua e là. Era letteralmente un ‘ravanare’ tra le montagne di roba alla ricerca di capi che attirassero la mia attenzione. Penso di non aver mai trovato la mia vera essenza nei capi che i fast-fashion brands propongono. Mi sono sempre piaciuti gli abiti estrosi. E poi, è arrivato il vintage. Adesso sono davvero ciò che indosso."

Perché la scelta degli sfondi colorati per la presentazione dei tuoi capi?

"Beh, semplicemente odiavo l’idea di ritrovarmi dietro l’armadio color verdone di casa mia. Durante la quarantena, ho cominciato a smanettare con Photoshop ed altri programmi di grafica; così, ho optato per questa modalità di presentazione del mio shop. Se lo trovo adatto alla presentazione di capi vintage? Mmm, NI. Da una parte, credo che sia un modo ‘innovativo’ di presentare i capi vintage – una modalità che permetta al passato di adattarsi al presente, dall’altra penso spesso di svalorizzarli; ma alcuni hanno trovato carina l’idea."

Come scegli gli abiti per il tuo VintagShop? Che cosa ti guida nella scelta degli abiti?

"Prima cosa fantasie! E’ la prima cosa che attira la mia attenzione. Amo le fantasie, i colori e le forme dei capi anni ’80. Ovviamente cerco di scegliere dei capi con tessuti di qualità che possano durare nel tempo. Sempre etichetta alla mano!"

Secondo te, cosa non può mancare nell’armadio di una perfetta vintager?

"Due cose: un capo anni ’80 mega-spallinato ed una borsa in vero coccodrillo che, oggi, è davvero una rarità. Ne ho una di mia madre che voleva buttar via. Per fortuna ci sono le nonne! Loro non buttano mai via niente. Adesso è mia e lo sarà per un bel po'!"

Vintag ha come missione la diffusione del Vintage in ogni sua forma, perchè siamo convinti che disperdere le eccellenze passate sia un errore che il mondo di oggi non può permettersi. Cosa ne pensi?

"Condivido e ammiro sinceramente il vostro impegno. Dietro c’è dedizione e il valore che tanto predico e coltivo nella mia vita che è il valore del rispetto; rispetto verso il nostro pianeta, verso gli altri e verso la storia che ogni capo porta con sé. Ogni capo/oggetto vintage fa parte di un passato che dobbiamo ricostituire, di un ciclo che dobbiamo ristabilire. E’ così che, attingendo dal passato, costruiremo un futuro migliore."

Iscriviti alla newsletter
Download vintag
  • Bianco Instagram Icona
  • White Facebook Icon
  • Bianco YouTube Icona
  • White Twitter Icon
  • White LinkedIn Icon
Informazioni

© 2020 by Vintag srl piva 03560201208 info@vintag.store