Rosalba: la signora che ascolta il vintage

Cari Vintagers,

oggi facciamo due chiacchiere con Rosalba che in app troviamo come @lasignoradellaportaaccanto.

La sua "prima volta" con il vintage è stata in una casa in cui ha salvato pagelle, recuperato disegni, racchette da ping pong e un Playboy da collezione.

Il suo diktat è l’allegria e consiglia di acquistare vintage senza seguire logiche di mercato ma ascoltando come una conchiglia oceanica la storia che l’oggetto vi sussurra all'orecchio.

Andiamo a conoscerla assieme leggendo la sua intervista sul nostro blog e per vedere tutti gli oggetti in vendita da Rosalba, scarica l'app!


Rosalba Nitti - nome utente: lasignoradellaportaaccanto




Ciao Rosalba benvenuta! Presentati alla community Rosalba: "Ciao amici di Vintag sono Rosalba, amo i gatti, i libri, il cinema, il buon vino e la luce che entra dalle persiane la mattina presto. Mi occupo di produzione multimediale in una piccola web TV pugliese specializzata in politica, economia e pubblica amministrazione."


Come hai scelto il nome lasignoradellaportaaccanto? "È stato il caso a scegliere per me, erano finiti i rosalba.n, i rosalpina.88 (sto spudoratamente barando sulla mia data di nascita) e anche i sonofigaallamorte@libero.it, così, ridotte all'osso le possibilità di un username intuitivo mi sono buttata sulla prima cosa che mi è passata sotto il naso, il dvd di Truffaut La signora della porta accanto, La femme d'àcôté e, se preferite, The Woman Next Door. Una croce, direbbe mia nonna, troppo lungo e con aspettative alte, non puoi mandare a quel paese nessuno se sei La signora della porta accanto, oltre agli sconti devi regalar uova e zucchero. C'è di buono che mi danno del Lei e, quando mi va proprio di lusso pure del Voi, così entro di diritto ne Il Gattopardo a fare la principessa Maria Stella Salina di Donnafugata. Più vintage di così!"


Nel tuo VintagShop si trovano articoli davvero interessanti: raccontaci come li trovi e selezioni? "Rispondono ad un unico requisito i miei oggetti, l'allegria. La gioia e l'ironia, vengono prima di una potenziale vendita perfetta, non seguo logiche di mercato o influenze di instagram, non amo copiare tendenze per andare a colpo sicuro, mi piace correre rischi con articoli spesso improponibili, scoiattoli, pinguini e foche di ceramica sono benvenuti nella mia casa, va detto infatti che gli oggetti li compro per me, quando ho voglia di cose nuove li rivendono e scelgo altro. Un oggetto deve incuriosire e raccontare un mondo ludico, di gioco e di festa, dico sempre si a piccoli gingilli emotivamente recuperati per divertire. Credo nella bellezza della fantasia, credo negli oggetti come conduttori di pensieri positivi e di messaggi di incoraggiamento."


Il più bel ricordo legato al Vintage? "Ero una brillante stagista ma il mio ex capo pensò bene di dirottarmi per una settimana nella casa del padre appena deceduto a 'sistemar le cose' mi sono ritrova nella casa degli spiriti degli Allende, ho assaporato nascite e scartavetrato dolori, salvato pagelle, recuperato disegni, soldi, cavatappi a forma di delfino, racchette da ping pong, un Playboy da collezione, cacciaviti come se non ci fosse domani, piatti e bicchieri sbeccati. In una settimana, ho contattato studenti fuori sede, migranti senza permesso di soggiorno, vedove a caccia di cactus, coppie innamorate di lampadari tintinnanti di polvere, preti avidi di menzioni nei testamenti."


C'è qualcosa che stai cercando di acquistare e non hai ancora trovato? "Casco malissimo, voglio tutto, sono instancabile e piena di curiosità, adoro i libri vintage per bambini, ultimamente amoreggio con un volume sui giocattoli illustrato da Edina Altara. Mi piacciono le prime edizioni internazionali, le copertine degli spariti della Jazz Age, teiere e zuccheriere salvate dai bombardamenti e dai divorzi."


Che consiglio dai a chi si approccia al vintage per la prima volta? "Consiglio di accostare gli oggetti all'orecchio, come con le conchiglie oceaniche, se sentite qualcosa fischia, soffia e batte, forse il cuore, cogliete al volo. Vi appartiene già. Sperimentate, scovate, scegliete e comprate vintage."

Oltre al vintage, hai altre passioni?

"Si, sono una cinemadipendente, amo la storia, leggere, organizzo cineforum e piccoli incontri letterari casalinghi."




La tua decade preferita e perchè?

"Il ventennio fascista, bisogna farci su riflessioni profonde."


Cosa non deve mancare nella casa (o nell'armadio) di una perfetta VintagLovers?

"Un gatto. Un gatto che vi mandi in frantumi tutti i vasi midcentury, che prenda a morsi i tacchi a rocchetto delle scarpe di zia Felicetta e che si faccia le unghie sui dischi di Julio Iglesias che usate per caricarvi prima dell'incontro con un pessimo pretendente."


Vintag ha come missione la diffusione del Vintage in ogni sua forma, perchè siamo convinti che disperdere le eccellenze passate sia un errore che il mondo di oggi non può permettersi. Cosa ne pensi? "Sono pugliese e per noi vale il detto 'stip ca truv' ovvero impara a conservare, preservare, curare e coccolare quello che ti sta intorno e ti ritroverai un patrimonio di affetto, tradizione, cultura e bellezza. Buon Vintag a tutti!"

Iscriviti alla newsletter
Download vintag
  • Bianco Instagram Icona
  • White Facebook Icon
  • Bianco YouTube Icona
  • White Twitter Icon
  • White LinkedIn Icon

© 2020 by Vintag srl piva 03560201208 info@vintag.store

Informazioni