Renato Zero - Il Cielo

"Non è solo una macchia scura il cielo".

Otto parole che segnano il successo di un brano memorabile scritto da un giovanissimo ragazzo di Roma che negli anni diventerà uno dei cantautori di musica pop, rock, glam rock, più amati in Italia.

E' infatti l'estate del 1968 quando Renato Facchini scrive quelle parole.

E' lui stesso a dirci come: "Il mare su di me ha sempre esercitato un’influenza speciale, mi ha ispirato brani molto aperti e tra questi Il cielo, scritto quando avevo tra i 17 e i 18 anni e frequentavo Ventotene, un’ isola che ha la forza di spettinarti dalla mattina alla sera. Venir spazzolati dal vento significa anche mandare in caciara le idee, mescolarle, accenderle, renderle vive; talmente vive da poter comporre Il cielo a quell’età, e lo dico oggi che ho 69 anni”. Già oggi che da anni Facchini è diventato Zero. Oggi che compie gli anni (a proposito buon compleanno Renato!!) il Vintag Team gli dedica la Vintagmusic.



"Quanti amori, conquistano il cielo. Perle d'oro, nell'immensità. Qualcuna cadrà, qualcuna invece il tempo, vincerà. Finché avrà abbastanza stelle...il cielo". Cari VintagLovers alzate il volume perchè nonostante sia stato pubblicato nel 1977 nel quarto album dell'artista "Zerofobia", il Cielo rimane un pezzo innovativo e moderno, riflessivo e leggero, serio e divertente come tutta la sua musica. Quella che ha fatto ballare e cantare intere generazioni di “sorcini”. Il Cielo come tutti i grandi classici, è stato oggetto di diverse cover come quella di Mina, di Fiorello o dei New Trolls ma vi segnaliamo di ascoltarvi e guardarvi la spettacolare versione in duetto con il maestro Luciano Pavarotti del 1999.





Iscriviti alla newsletter
Download vintag
  • Bianco Instagram Icona
  • White Facebook Icon
  • Bianco YouTube Icona
  • White Twitter Icon
  • White LinkedIn Icon
Informazioni

© 2020 by Vintag srl piva 03560201208 info@vintag.store