Portobello: il mercatino più folle della tv italiana

di Anna Rita Caddeo


Alle 20.50 del 27 maggio 1977, la Rete 2 (attuale Rai 2) trasmetteva la prima puntata del mercatino più pazzerello d’Italia: Portobello. Ideato da Enzo Tortora, che ne fu anche il magistrale conduttore, dalla sorella Anna e dal pubblicitario Angelo Citterio, con Portobello si realizzò un format innovativo che cambiò la storia della televisione italiana e che fu capace di tenere incollati allo schermo una media di 25 milioni di telespettatori, raggiungendo picchi anche di 28 milioni. Il programma venne trasmesso fino al 1983 e ripreso per un breve periodo, dal 1987 al 1988, sempre con Tortora come padrone di casa. Nel 2008, la trasmissione è stata riproposta riadattandola ai tempi moderni con la conduzione di Antonella Clerici.



Un format innovativo

Il nome della trasmissione deriva da Portobello Road, la strada di Londra che ospita il celebre mercatino dell’antiquariato. L’idea era, per l’appunto, quella di portare sugli schermi un mercatino vero e proprio. Come dire: dalla strada alla tv! Con Portobello si diede vita ad un luogo dove le persone comuni potevano partecipare attivamente al programma attraverso la vendita, l’acquisto a la ricerca di oggetti. Era uno spazio dedicato ai collezionisti, agli inventori, a chi cercava qualcuno tra parenti e conoscenti che non vedeva da tempo, oppure l’anima gemella. I partecipanti, a seguito della loro richieste, venivano contattati dal pubblico da casa attraverso le telefonate in diretta, filtrate dal Centralone e costituito da un gruppo di telefoniste, alcune delle quali raggiunsero poi la notorietà, come Gabriella Carlucci, Paola Ferrari e Federica Panicucci. Portobello poteva considerarsi come un contenitore di tante rubriche, che hanno poi ispirato alcuni programmi nati nei decenni successivi come i Cervelloni e Carràmba che sorpresa.


Portobello, il pappagallo più famoso della tv

Star indiscussa del programma, il pappagallo Portobello. Verde con il becco giallo, il simpatico pennuto, nella trasmissione aveva un momento tutto suo: quello in cui personaggi famosi e non, in 30 secondi, tentavano di fargli pronunciare il nome. Si usarono i modi più bizzarri per farlo parlare ma solo l’attrice Paola Borboni riuscì nell’intento. Era il 1°gennaio 1982, dopo cioè 5 anni dalla prima messa in onda della trasmissione.


L’indimenticabile sigla di apertura

La sigla di apertura del programma è entrata nel cuore degli italiani. Scritta dal noto jazzista Lino Patruno e cantata dal coro dei Piccoli Cantori di Milano, descrive tutto ciò che si poteva trovare nel mercato pazzerello: << (…) Portobello, è un mercato stravagante dove tutto è divertente qui ci incontri tanta gente c’è chi compra e vende (…)>>. Il motivetto accompagnava il cartone animato creato da Bruno Bozzetto con protagonista un pappagallo verde con il becco giallo, vestito in elegante abito da sera.




Iscriviti alla newsletter
Download vintag
  • Bianco Instagram Icona
  • White Facebook Icon
  • Bianco YouTube Icona
  • White Twitter Icon
  • White LinkedIn Icon
Informazioni

© 2020 by Vintag srl piva 03560201208 info@vintag.store