Pippo, il testimonial blu della Lines

Negli anni ’60 venne fatta un’invenzione molto importante: il pannolino usa e getta. E sì, perché fino quel momento, per accogliere la pipì e la pupù dei neonati, si utilizzavano dei panni di stoffa che venivano puntualmente usati, lavati e riutilizzati. La nuova invenzione venne introdotta nel nostro Paese dalla Fater.



PIPPO, IL TESTIMONIAL

Il testimonial dei pannolini Lines, nei Caroselli prima e spot pubblicitari poi, è stato un personaggio tutt’oggi molto amato: l’ippopotamo Pippo, creato dallo Studio Armando Testa. L’agenzia pubblicitaria, fondata a Torino nel 1956, creò diversi personaggi divenuti simbolo dei Caroselli, come gli sferici abitanti del Pianeta Papalla o i pupazzi conici di Carmencita e El Caballero.

A realizzare l’ippopotamo azzurro, dalle ciglia folte e narici enormi, fu un allora giovane scultore alle prime armi, Santo Alligo che, nel 1966, venne chiamato a sostituire un primo modello creato da Piero Gilardi.

L’ippopotamo di Gilardi, scolpito in poliuretano espanso e formato da due pezzi, era troppo pesante e inamovibile. La creazione di Alligo, invece, era più leggera, si poteva muovere e all’interno era animata da due persone. Questo ippopotamo riscosse molto successo. Un terzo pachiderma, ripreso dal modello di Alligo, venne costruito negli anni ’80 da Silvio Conti e Danzero, scenografi della Delta Film.

L’ippopotamo in poliuretano di Alligo, venne realizzato sulla base di un logotipo al tratto, preso da una rivista americana, e per il colore azzurro da un’iconografia molto importante del mondo egizio: la dea-ippopotamo Taweret, divinità protettrice dei bambini e delle partorienti.


Nei Caroselli, il nostro amato Pippo faceva il suo ingresso con in sottofondo la musica di “El Cigarron” e andava in giro per il mondo con una missione da compiere: portare i pannolini Lines a tutti i neonati. Il suo slogan più famoso era: “bambino, tu bisogna di pannolino Lines”.




Ai Caroselli seguirono, alla fine degli anni ’70, le pubblicità. Con i primi spot pubblicitari e soprattutto con l’introduzione della tv a colori si scoprì il colore effettivo dell’ippopotamo.

Sul finire degli anni ’80, Pippo venne affiancato da Susanna Messaggio, allora alla sua prima esperienza televisiva. In quegli anni venne creato un gadget che fece felici tanti bambini: la mascotte in versione mini dell’ippopotamo. Il giocattolo si poteva ottenere raccogliendo i tagliandi presenti nelle confezioni dei pannolini o tramite i concorsi a premi della Lines.



La promozione dei mini Pippo rimase attiva dal 1987 al 1990.

Attualmente la mascotte azzurra è molto richiesta dai collezionisti. Se anche voi la state cercando, la potete trovare in vendita su Vintag!


STORIA DELL'AZIENDA

La Fater è un’azienda italiana le cui origini risalgono alla fine dell’800, quando i fratelli Bucco fondarono la società chimico farmaceutica F.lli Bucco, a Pescara. L’azienda venne acquisita nel 1958 da Francesco Angelini che la ribattezzò col nome Fater. Con Angelini, l’azienda estese la propria produzione nel settore

dei beni di largo consumo.

Nel 1963 venne creato il marchio di pannolini per bambini Lines. Col tempo la gamma di prodotti si ampliò, dapprima con la linea di assorbenti Lines Lady e successivamente con i prodotti per l’igiene intima.


Nel 1992 Fater divenne una joint venture paritetica tra il Gruppo Angelini e la multinazionale americana Procter&Gamble. La linea dei pannolini Lines è stata ceduta nei primi 2000 alla Kimberly-Clark, che l’ha fusa col marchio Huggies.



testo di Anna Rita Caddeo

Iscriviti alla newsletter
Download vintag
  • Bianco Instagram Icona
  • White Facebook Icon
  • Bianco YouTube Icona
  • White Twitter Icon
  • White LinkedIn Icon

© 2020 by Vintag srl piva 03560201208 info@vintag.store

Informazioni