LO SQUALO (JAWS - 1975)

a cura di Annalisa Villa


"Non ho bisogno di volontari, ci sono già troppi comandanti su quest'isola!

Caposaldo della cinematografia statunitense, tra i migliori 1000 film della storia e pellicola con il maggiore incasso fino a quel momento: è “Lo Squalo” di Steven Spielberg del 1975. È il film che consacra il regista che, fino alla fine delle riprese, rimase scettico sull’ambizione dell’opera, tanto da fargli credere che sarebbe stato motivo di stroncatura a vita come cineasta. Fortunatamente non fu così e anche oggi possiamo gustarci questo capolavoro.



La vicenda si svolge a Amity una piccola isola (luogo immaginario degli Stati Uniti) che vive di turismo, nella quale da poco è arrivato un nuovo capo della polizia: Martin Brody sposato con Ellen. La quiete dal posto viene messa alla prova dalla presenza di un grosso squalo bianco che minaccia le spiagge e comincia a uccidere diversi bagnanti. La situazione fuori controllo poterà a mettere una taglia sulla sua cattura che fomenterà i cittadini ad una caccia sconsiderata.


Sull’isola arriva il biologo marino Matt Hopper che aiuterà ad analizzare i comportamenti dello squalo per facilitarne la cattura. La situazione degenera velocemente. Così, presi dalla disperazione, il sindaco e Brody ingaggiano il pescatore Quint, burbero e spigoloso personaggio ma unico vero esperto sulla cattura di questi animali. Sul peschereccio di Quint si imbarcano quindi il poliziotto Brody e il biologo Hopper, alla ricerca dello squalo bianco.


Il film è tratto dal romanzo omonimo di Peter Benchley ed è ispirato ovviamente anche a Moby Dick nella lotta tra uomo e natura.

La forza del film, che poi sarà una grossa discriminante rispetto a tutte le pellicole successive inerenti al tema, sta nel fatto che lo squalo non sia il protagonista ma il mezzo attraverso il quale i protagonisti tirano fuori paure e confessioni più intime. Non a caso il titolo originale del film significa “fauci”e non “squalo”, come è stato invece tradotto in italiano, e ciò apre a più interpretazioni delle paure dei protagonisti.


Giacca di jeans vintage in vendita su Vintag

Quella più significativa proviene da Quint, in un momento di confidenze con gli altri compagni di barca. Egli racconta di essere stato uno dei marinai salvati dal naufragio della nave “USS Indianapolis” (che al tempo della seconda guerra mondiale fu incaricata di trasportare la bomba atomica). Dopo l’affondamento, centinaia di marinai si ritrovarono attaccati da un branco di squali e in pochi tornarono a casa. L’episodio umanizza questo personaggio che, ad inizio film, incute disagio e antipatia che vengono così giustificate dopo aver conosciuto la sua drammatica storia.


Spielberg è uno dei miei registi preferiti in assoluto, bravissimo e toccante. Nella sua incredibile tecnica non dimentica mai di mettere passione e sentimento e lo spettatore rimane sempre coinvolto ed attaccato alla sedia.

La storia narrata è ambientata negli anni ’70, gli outfit dei personaggi sono molto semplici e rappresentano perfettamente quegli anni. Spesso si parla dei vestiti femminili in quanto più variegati rispetto a quelli maschili, ma in questo caso l’attenzione ricade sugli uomini del film.


Lupetto in lana Burberry in vendita su Vintag

Troveremo in prevalenza jeans su pantaloni, camice e giacche, ma anche il classico lupetto nero che abbraccia il collo. Stesso genere di outfit anche per Ellen che, come donna e mamma, predilige pantaloni jeans come le camice. Spesso indossa anche un foulard in testa per proteggersi dal sole.

In questo film, ogni colore e ogni abbigliamento viene studiato per trasmettere allo spettatore informazioni dirette e inconsce.


Foulard Pierre Cardin in vendita su Vintag

Non sarà quindi a caso l’abbigliamento di chi sul finale riporterà la pace a Amity... ma niente spoiler.

Un grande classico che ancora ad oggi risulta essere fatto meglio rispetto a tanti altri film.







Iscriviti alla newsletter
Download vintag
  • Bianco Instagram Icona
  • White Facebook Icon
  • Bianco YouTube Icona
  • White Twitter Icon
  • White LinkedIn Icon
Informazioni

© 2020 by Vintag srl piva 03560201208 info@vintag.store