Lo sai chi indossava i tacchi in origine?

Tacchi alti e donne, anzi no: tacchi alti e uomini!

Ebbene sì, le scarpe femminili per eccellenza provengono dal sesso opposto.




Molti secoli fa i tacchi venivano indossati dagli uomini come scarpe da equitazione perché aiutavano la stabilità e permettevano di tirare con maggiore sicurezza le frecce. Questo tipo di calzature fu utilizzato soprattutto in Persia durante i combattimenti. Poi, nel 1599, una spedizione persiana arrivò in Europa e con essa anche la tradizione delle scarpe con il tacco.

Quindi come sono arrivati a indossarli le donne?

Paradossalmente per assomigliare agli uomini.

Nel 1630 molte donne dovettero assumere un aspetto il più maschile possibile, quindi tagliarsi i capelli e aggiungere spalline sotto agli abiti e fu così quindi che indossarono per la prima volta i tacchi.

Nel corso degli anni il tacco femminile si distinse sempre più da quello maschile e nel 1740 gli uomini smisero per sempre di mettere le scarpe alte.

E’ curioso inoltre sapere che Luigi XIV indossava scarpe con i tacchi rossi realizzati con un costoso colorante e per questo emanò un editto affinché quelle calzature fossero indossate solo dai membri della sua corte. Vi suona familiare?

Iscriviti alla newsletter
Download vintag
  • Bianco Instagram Icona
  • White Facebook Icon
  • Bianco YouTube Icona
  • White Twitter Icon
  • White LinkedIn Icon
Informazioni

© 2020 by Vintag srl piva 03560201208 info@vintag.store