Le regole fondamentali per scegliere il vintage

Protagonisti dell'intervista di oggi sono Barbara e Alessandro - in app @bstudio - due ragazzi amanti della moda presente e passata, con la voglia di creare un mestiere da una passione.

Il loro Vintagshop è un perfetto mix di abbigliamento e accessori uomo e donna che hanno in comune 4 caratteristiche. Quali?

Scopritelo nell'intervista qui sotto, buona lettura!



Ciao Barbara e Alessandro, benvenuti in community!

Raccontateci: come nasce Bstudio?

"Bstudio nasce dall’amore per la moda presente e passata e dalla voglia di creare un mestiere da una passione. Senza dimenticare il fatto che entrambe adoriamo girare per mercatini vintage in cerca di tesori nascosti."


Sul vostro profilo si trova una selezione di abbigliamento femminile e maschile molto particolare. Come scegliete i capi per la vendita?

"La nostra selezione si basa su 4 “regole” fondamentali, salvo piccole eccezioni obbligate, che sono: il tessuto, la manifattura, il modello e il brand."


Quale è il vostro capo di abbigliamento più venduto?

"Bella domanda... Alessandro dice le camicie!"




Come è nata la passione per il vintage?

"La passione per il vintage è nata quando ero bambina, mi è stata trasmessa dai miei genitori, spesso durante i weekend giravamo per mercatini dell’antiquariato. In più mia nonna era sarta e nell’ armadio aveva un’infinità di abiti cuciti da lei quando era giovane.

Alessandro si è avvicinato al vintage da adolescente, appassionato di musica anni 70, si è poi avvicinato a tutta la cultura di quel periodo, e non solo."


Cosa non può mancare nell’armadio di una perfetta Vintager? E di un perfetto Vintager?

"Nell’armadio di una perfetta Vintager non può mancare una guêpière in raso, una gonna a tubino in pelle e una postina in cuoio. Invece, per un perfetto Vintager un gilet in pelle, dei Levi’s 501 e un blazer in velluto a coste."





Vintag ha come missione la diffusione del Vintage in ogni sua forma, perchè siamo convinti che disperdere le eccellenze passate sia un errore che il mondo di oggi non può permettersi. Cosa ne pensate?

"Siamo assolutamente d’accordo, per esempio ho regalato ad Alessandro dei maglioni di mio padre che dopo 30 anni sono ancora soffici e perfetti, quelli che compri adesso fanno i pallini solo a guardarli!

Uno dei motivi principali per cui ci occupiamo di vintage è la cura dell’ambiente, ci piace l’idea che un capo “vecchio” possa avere vite “nuove” e regalare emozioni a chi lo acquista!"


Per seguirli e fare acquisti da questi due meravigliosi ragazzi, scarica la app!

Iscriviti alla newsletter

© 2019 by Vintag srl

piva 03560201208

info@vintag.store

Download vintag
  • Bianco Instagram Icona
  • White Facebook Icon
  • Bianco YouTube Icona
  • White Twitter Icon
  • White LinkedIn Icon
Informazioni