Kimono... cosa vuol dire?

a cura di Barbara Canoci



Mi ricordo benissimo il momento in cui mi innamorai dei kimono: quando vidi il film “Memorie di una Geisha”... che non è un film di produzione giapponese ma è davvero magistrale, poi arrivò “L’ultimo Samurai” e fu il colpo di grazia, ma anche “Zatoichi” ... tutti film in cui si vedono costumi fantastici ... ma cosa vuol dire “Kimono”??



Kimono letteralmente vuol dire: cosa da indossare.

Ora ... a riguardo, se dovessimo affrontare l’argomento nel modo più completo possibile potremmo scrivere un trattato di diversi volumi.

Nella tradizione giapponese ci sono kimono specifici per ogni occasione, per ogni età e stato sociale. Ne abbiamo avuto qualche esempio ultimamente nella cerimonia di insediamento dell’imperatore giapponese Naruhito e della sua “principessa triste”, l’imperatrice Masako.

Quindi data la vastità dell’argomento ci concentreremo sui tratti salienti di questo bellissimo indumento: il kimono veste a forma di “T” ed è lungo sino alle caviglie con maniche lunghe e molto spesso anche molto larghe: la tradizione impone che siano proprio le donne nubili ad indossare il kimono con maniche particolarmente lunghe e larghe, chiamato Furisode. Inoltre il kimono viene abbinato a calzature tradizionali, i geta (sandali) e zori e a dei calzini chiamati tabi.


Il Kimono della Principessa Masako durante l'incoronazione

È uno degli abiti più antichi che ha conservato le sue caratteristiche tradizionali fino ad oggi; pensate che nasce, il più vicino possibile a quello che conosciamo, nell’epoca Heian (792-1192). Nel corso delle epoche subisce evoluzioni e trasformazioni fino ad arrivare all’epoca Edo (1603 - 1868); da allora nessun’altro fu il cambiamento apportato al kimono poiché in quel periodo raggiunse la forma che oggi è per noi quella attuale.

Anche il kimono da uomo ha diverse tipologie e soprattutto presenta diverse taglie mentre quello da donna in genere è a taglia unica e viene semplicemente adattato alle varie forme del corpo piegando più o meno il tessuto. La lunghezza ideale di un kimono da uomo è quella che arriva alla caviglia senza troppe piegature quello da donna invece può essere più lungo ma è meglio farlo arrivare comunque alla caviglia, magari utilizzando piegature o ripiegato in vita con l’aiuto della cintura obi.


Oggi per confezionare un kimono si impiega lo stesso procedimento impiegato anticamente e cioè si usa della stoffa chiamata tan e viene cucito a mano, anche perché può essere personalizzato fin nei più piccoli particolari. Un kimono conta di quattro larghe strisce di tessuto: due coprono il corpo e due formano le maniche poi ad aggiunta di questo due piccole striscioline per il colletto e qualche risvolto.


La Principessa Masako al suo matrimonio

Qualche curiosità:


- L’arte di realizzare e indossare il kimono è inscindibilmente legata alla forgiatura delle lame. Per entrambe ci vuole il giusto tempo, per entrambe non è concepito fare in fretta, entrambe sono arti.


- Sul kimono da uomo, per le occasioni ufficiali, e soprattutto per quelle che sono le famiglie “nobili”, deve essere presente il cimiero di famiglia: Kamon.


- Il kimono da donna è impossibile da indossare senza aiuto dato che conta dodici parti separate che bisogna indossare e fissare seguendo anche regole precise; infatti esistono assistenti professioniste che aiutano le donne quando vogliono indossare un kimono specialmente per occasioni speciali come matrimoni o altri eventi importanti. Queste assistenti per aiutare nella vestizione del kimono devono prima ottenere una particolare licenza.


- Il tessuto che è d’obbligo utilizzare per partecipare ad eventi importanti è la seta, quella spessa, lavorata di solito a più strati.


- Anticamente per poterlo lavare, il kimono veniva scucito per lavare separatamente i quattro pannelli e poi successivamente ricucito a mano. Oggi questa pratica è stata abbandonata.


Il kimono tradizionale è un moderno esempio di “slow fashion”

Iscriviti alla newsletter
Download vintag
  • Bianco Instagram Icona
  • White Facebook Icon
  • Bianco YouTube Icona
  • White Twitter Icon
  • White LinkedIn Icon
Informazioni

© 2020 by Vintag srl piva 03560201208 info@vintag.store