L'arte arriva su Vintag: intervista a Galleria Ipercubo

Si chiamano Gabriela, Andrea e Matteo ma su Vintag li trovate come Ipercubo. Aprendo il loro store (ma possiamo anche dire la loro galleria) su Vintag hanno portato un po' di arte in app con l'obiettivo di "spingere gli utenti a pensare oltre i canoni e le misure a cui siamo abituati, in particolare la misura umana, sia essa di tempo, spazio, o etica".

Per gli utenti di Vintag hanno scelto opere contemporanee di grandi autori internazionali del secondo 900, davvero da non perdere e statene certi con gli Ipercubo ne vedremo delle belle...

Buona lettura!



Ciao ragazzi, benvenuti in community. Siamo onorati di avere una galleria d'arte in app. Siete i primi e ci rende orgogliosi sapere che avete scelto Vintag per "aprire" alle vendite online. Come mai questa scelta?

"Siamo contentissimi anche noi. Pensiamo che la collaborazione con Vintag sia una eccellente possibilità per aprire le porte del mondo dell’arte, e in particolare della nostra galleria, a un pubblico che forse non si era avvicinato prima, ma che comunque ha sicuramente un’inclinazione verso il collezionismo in aree culturali vicine come il design e la moda."

Perché il nome Ipercubo e cosa è Ipercubo?

"Un ipercubo è una figura geometrica che può essere descritta matematicamente ma non pensata o appresa nella sua totalità semplicemente perché ha esistenza in 4 o più dimensioni, e noi viviamo e possiamo pensare solo 3 dimensioni: così come l’ipercubo, noi vorremmo, attraverso gli artisti che promuoviamo, le mostre, gli eventi, i talks, di spingere la gente, e noi stessi, a pensare oltre i canoni e le misure a cui siamo abituati, in particolare la misura umana, sia essa di tempo, spazio, o etica."


Qual è la specificità della vostra galleria? Si focalizza su un determinato medium, su certi temi, su un certo tipo di artista?

"Non scegliamo gli artisti con cui collaborare in base a un determinato medium (fotografia, pittura, disegno), ma lavoriamo con artisti che in maniera più o meno diretta trattano temi che hanno a che vedere con l’ecologia, i rapporti con il vivente, con l’ambiente, con la tecnologia, e ovviamente anche molto altro, ma in particolare sono questi i temi che ci appassionano e sentiamo che oggi sono più necessari che mai. In questa situazione si è reso evidente quanto discutere questi temi e generare cambiamenti sia pressante, certamente il nostro è un contributo piccolo, questi cambiamenti devono arrivare dalle istituzioni e a livello globale, ma se riusciamo almeno ad aprire delle domande nelle menti delle persone, sarà già un passo avanti."

Qual’è stato il criterio che vi ha guidato nella scelta delle opere che sono in mostra e in vendita nel vostro store in app (@ipercubo)?

"Abbiamo deciso di selezionare per gli utenti di Vintag opere contemporanee di grandi autori internazionali del secondo 900 così da essere perfettamente in linea con quello che è la filosofia di questa piattaforma.

Le opere selezionate sono infatti, un po’ come per gli oggetti vintage, lavori simbolo degli ultimi 50 anni e che hanno segnato la ricerca artistica di questi grandi autori. La scelta invece di selezionare opere cosiddette “multiple” è basata sulla volontà di far conoscere agli utenti, e soprattutto a chi si avvicina per la prima volta con curiosità all’arte, le varie tecniche utilizzate dagli artisti, svelando quindi la manualità e l’abilità che c’è dietro la realizzazione di queste bellissime opere."

Quali artisti consigliate alla nostra community da tenere d’occhio? Forse giovani o mid-career che considerate destinati a diventare “iconici”?

"Tra i giovani vi consiglio di seguire il lavoro di Adelisa Selimbašić e Camilla Alberti, quest'ultima appena uscita dall'Accademia e Adelisa vicina a finire, hanno già in curriculum mostre e premi di rilievo, entrambe dipingono in maniera stravolgente, Camilla fa anche installazione.

Invece tra i mid/established career consiglio di approfondire il lavoro di Axel Straschnoy e Sarah Ciracì, entrambi con una carriera internazionale notevole, entrambi, con approcci molto diversi, investigano il rapporto tra i soggetti, ambiente e tecnologia."


Vintag ha come missione la diffusione del Vintage in ogni sua forma, perché siamo convinti che disperdere le eccellenze passate sia un errore che il mondo di oggi non può permettersi. Cosa ne pensate?

"Siamo totalmente d’accordo! Inoltre, il concetto di vintage si ricollega al nostro lavoro come galleristi e teorici attraverso un’idea del filosofo tedesco Walter Benjamin che scrisse (semplificando un po’) che una volta che una tecnologia o un oggetto di consumo diventa obsoleto il suo vero interesse estetico emerge: questo è importantissimo per l’arte in generale, e pensiamo che oltre a quanto detto sopra, sia uno dei motivi più “profondi” per cui ci sembra così opportuno e interessante collaborare con Vintag."



Per seguire Ipercubo e acquistare le loro opere, scarica gratuitamente l'app di Vintag da questo link

Iscriviti alla newsletter
Download vintag
  • Bianco Instagram Icona
  • White Facebook Icon
  • Bianco YouTube Icona
  • White Twitter Icon
  • White LinkedIn Icon
Informazioni

© 2020 by Vintag srl piva 03560201208 info@vintag.store