• VintagTeam

“Celo, celo, manca, celo, manca”: il mondo delle figurine Panini

di Anna Rita Caddeo


“Celo, celo, manca, celo, manca”: era questo il ritornello che si sentiva durante la ricreazione o all’uscita di scuola, e che noi Vintagers ripetevamo mentre sfogliavamo il mazzetto di figurine dei calciatori Panini. Figurine che avevamo (celo = ce l’ho), e quelle che ci mancavano (manca) per completare la raccolta nell’apposito album. Oltre a scambiarle e collezionarle, giocavamo a “batti muro” o a “pioggia”, oppure le attaccavamo sui muri delle nostre camerette.

Sono tanti i ricordi legati al mondo delle figurine Panini e oggi vi raccontiamo la sua interessante storia.

Le origini

L’avventura Panini ha inizio il 6 gennaio 1945 quando Olga apre una piccola edicola in corso Duomo a Modena. Qui, la donna, coadiuvata dai suoi 8 figli, vendeva libri, francobolli e giornali. Pian piano l’attività si espanse, e nel 1956 Benito e Giuseppe Panini aprirono l’Agenzia Distribuzione Fratelli Panini.

“Voglio fare le figurine dei calciatori”

La svolta avvenne nel 1960, quando Benito e Giuseppe trovarono una vecchia partita invenduta di figurine di calciatori stampate dalla società milanese Nannina, e che ridistribuirono vendendole in bustine a 10 lire l’una. L’idea riscosse successo e i guadagni furono tali che i fratelli Panini decisero di avviare la produzione industriale di figurine per conto proprio: “voglio fare le figurine dei calciatori” disse Giuseppe al fratello. E così fu!

Nasce il mondo delle figurine Panini

Nel 1961, nasce la prima raccolta ufficiale di figurine Panini, relativa alla stagione 1961-’62. In copertina era presente l’allora attaccante del Milan, Nils Liedholm, mentre la prima figurina realizzata dai grafici della Panini fu quella di Bruno Bolchi, mediano dell’Inter.

Inizialmente le figurine venivano attaccate con la colla e le immagini dei giocatori non erano così perfette come appaiono oggi. A partire dal 1973 le figurine divennero autoadesive.


Una rovesciata simbolo del mondo Panini

Avete presente l’uomo intento a fare una rovesciata che compare in alcuni album e su tutte le bustine di figurine Panini? Si tratta della magistrale azione compiuta dell’allora giocatore bianconero, Carlo Parola, durante la gara Juve-Fiorentina avvenuta negli anni ’50. Il calciatore, trasposto graficamente dall’artista Wainer Vaccari, al posto della divisa bianconera, compare con la maglia rossa, calzoncini bianchi e calzettoni neri a strisce gialle. I colori utilizzati non appartengono a nessun club calcistico e furono scelti perchè imparziali. Questa immagine appare per la prima volta nella copertina dell’album stagione 1965-66.

Non solo calciatori

Panini ha prodotto più di 700 raccolte che spaziano in diversi settori tra cui cartoni animati, musica, auto e motori, film, serie televisive ecc.


Iscriviti alla newsletter
Download vintag
  • Bianco Instagram Icona
  • White Facebook Icon
  • Bianco YouTube Icona
  • White Twitter Icon
  • White LinkedIn Icon
Informazioni

© 2020 by Vintag srl piva 03560201208 info@vintag.store