Il Cubo di Rubik

È un maggio piovoso quello che Erno Rubik, professore di architettura all'Accademia delle Arti di Budapest sta guardando fuori dalla finestra del suo ufficio. 

Siamo nel 1974 e il docente è in cerca di un modo per aiutare i suoi studenti a familiarizzare con il concetto di tridimensionalità. Nasce così, quasi per caso, il rompicapo più famoso al mondo: il Cubo di Rubik. Il primo brevetto viene registrato nel 1975 in Ungheria, con il nome “Cubo Magico”, ma servono due anni prima che venga messo in produzione e venduto nei negozi di Budapest. Nel 1979 la società di giocattoli statunitense Ideal propone a Rubik di vendere la sua invenzione in tutto il mondo e di cambiargli nome. Poco dopo sbarca negli Stati Uniti ed esplode la cubomania per eccellenza: tra il 1980 e il 1983, in soli 3 anni vengono venduti circa cento milioni (tralasciando le imitazioni) di Cubo di Rubik.  



Per risolverlo c'è solo un modo tra le 43 quintilioni di soluzioni possibili (ovvero 43 per 10 alla 18 o se preferite 43.252.003.274.489.856.000).   Pensate che esiste un olandese di nome Mats Valk, che ha risolto il cubo di Rubik in 5,55 secondi ed è ovviamente il record assoluto anche se un robot a dire il vero ci ha messo 3,25 secondi. Ci sono comunque altri detentori di record per alcune varianti sul tema per la soluzione del Cubo: con una mano sola (9,03 secondi); con i piedi (27,93 secondi); con una benda sugli occhi (23,80 secondi). Niente male nemmeno il record del Ceo di Vintag che ancora dopo 45 anni non ci è riuscito.

Iscriviti alla newsletter

© 2019 by Vintag srl

piva 03560201208

info@vintag.store

Download vintag
  • Bianco Instagram Icona
  • White Facebook Icon
  • Bianco YouTube Icona
  • White Twitter Icon
  • White LinkedIn Icon
Informazioni