Happy birthday Vanity Fair!

di Marcella Ottolenghi


Si è fatta il restyling per adeguarsi agli stili di vita e di gusto di oggi, ma l’iconica Vanity Fair di Poltrona Frau resta sempre la stessa. Linee bombate di ispirazione art déco, chiodini ricoperti di pelle e ribattuti a mano sul retro e sui lati, struttura portante di faggio massello, molle biconiche d’acciaio legate manualmente e fissate su cinghie di juta, braccioli modellati a mano... Novant’anni portati più che bene, per una delle sedute simbolo del design made in Italy.

In produzione fin dal 1930, inizialmente contraddistinta come “modello 904”, nasce dai disegni lasciati alla moglie dal fondatore dell’azienda Renzo Frau. Solo dal 1984 prende il nome attuale, omaggio forse a uno dei periodici più famosi, rinato dopo varie traversie editoriali proprio l’anno precedente negli Stati Uniti.


credit foto @Poltrona Frau

L’edizione 2020 per l’anniversario “di granito”, firmata da Poltrona Frau Style & Design e Roberto Lazzeroni, varia le dimensioni, ma lascia intatto il fascino di un simbolo. E di un storia. Per comprendere il valore del primo basti pensare che Vanity Fair è la poltrona che accoglie i visitatori del Frau Museum a Tolentino: solitaria e statuaria in versione candida, si staglia al centro della cosiddetta Chiostrina, patio chiuso da setti di vetro illuminato scenograficamente dall’alto.

Per apprezzare il valore della sua storia si devono invece ricordare le radici affondate nel territorio produttivo – prima torinese e poi dagli anni Sessanta marchigiano, in tal caso – del nostro paese.

Alla ricerca di una eccellenza perseguita con il tipico processo tutto italiano del miglior mix tra sapere artigianale e capacità industriale, tradizione e innovazione.

A Torino (nel 1912) il fondatore deposita il marchio e lì, tra divani Chester e Bergère, lavorazioni capitonné e pelli pregiate, diventa fornitore della Real Casa Savoia e arreda le cabine del transatlantico Rex. Le vicissitudini familiari (alla morte prematura di Renzo, tutto passa nelle mani della moglie Savina) e le numerose acquisizioni successive – nel 1962 da parte del gruppo Nazareno Gabrielli, del Fondo Charme di Montezemolo nel 2004, di Haworth nel 2014 – non cambiano la concezione del prodotto. Arredamento di lusso, immortalato sulle pagine delle riviste dai migliori fotografi di moda e di design, che acquista valore nel tempo. Le poltrone e i divani Frau vintage, con la loro pelle usurata dagli anni e dalle vite di chi li ha goduti per generazioni, assumono infatti un fascino sempre maggiore. Carico di tutta quella “intelligenza delle mani”, come Kevin Roberts titola una monografia sull’azienda, che da oltre un secolo ripete gesti sempre uguali.


Per vedere tutte le proposte vintage di Poltrona Frau su Vintag, scarica l'app!

Iscriviti alla newsletter
Download vintag
  • Bianco Instagram Icona
  • White Facebook Icon
  • Bianco YouTube Icona
  • White Twitter Icon
  • White LinkedIn Icon
Informazioni

© 2020 by Vintag srl piva 03560201208 info@vintag.store