Gira la... Ruota della Fortuna!

di Anna Rita Caddeo


Cari Vintagers, oggi vogliamo parlarvi de La ruota della fortuna: uno dei programmi più longevi della storia della televisione italiana, di cui è stato creato anche il gioco in scatola. Buona lettura!




La storia del programma

La ruota della fortuna è la versione italiana del format televisivo americano intitolato Wheel of Fortune, ideato dal conduttore Merv Griffin e trasmesso dalla NBC a partire dal 1975. In Italia il gioco sbarcò nei primi anni ’80 ma inizialmente veniva inserito all’interno di altri contenitori televisivi. Qualche anno dopo divenne un programma autonomo grazie a Odeon Tv che ne acquisì i diritti. La ruota della fortuna fu trasmessa dalla rete dal 19 ottobre 1987 al 25 giugno 1988 con la conduzione di Augusto Mondelli, in arte Casti. Fu l’inizio del successo di uno dei quiz più longevi della storia della televisione italiana. Nel 1989 i diritti del format passarono alla Fininvest (attuale Mediaset) e il 5 marzo di quello stesso anno andò in onda la prima puntata su Canale 5. Padrone di casa Mike Bongiorno, soprannominato anche il re dei quiz.

L’indimenticabile Mike condusse la ruota della fortuna fino al 2003 (14 edizioni). Il gioco fu interrotto e ripreso dal 2007 al 2009 e nel 2012, con Enrico Papi come presentatore.


credit foto: fanpage


Gioco, vallette e sigla: un format vincente!

La ruota della Fortuna è stato un programma molto amato dai telespettatori italiani. Il gioco era semplice ma serviva molta perspicacia e una buona dose di fortuna. Vi partecipavano tre concorrenti (un campione e due sfidanti) che a turno dovevano girare un’enorme ruota suddivisa in 24 spicchi. Di fronte ai concorrenti

si trovava un tabellone con delle caselle bianche su cui erano celate delle lettere che andavano a formare la frase da indovinare. Le caselle venivano girate dalla valletta, colonna portante della trasmissione insieme al conduttore. Di vallette col tempo se ne sono susseguite tante ma alcune sono rimaste particolarmente

impresse nella mente degli italiani per la loro bellezza e simpatia. Come dimenticarsi, per esempio, di Paola Barale, Antonella Elia (divertenti i rimproveri che spesso subiva da parte di Mike) e Mirian Trevisan. Non dimentichiamoci la sigla. Il motivetto, semplice e orecchiabile, divenne un vero e proprio tormentone. Lo ricordate? Faceva così:

Gira la ruota/ Gira la ruota/ Se tu giochi ti diverti di più/ Viva la ruota/ Guarda la

ruota/ Che da casa puoi giocare anche tu.




Il gioco in scatola

La ruota della fortuna ha dato vita a una lunga serie di oggetti promozionali. Sono state create tazze, videogames e, come è successo per tanti altri importanti programmi televisivi, anche i giochi in scatola.

La versione in scatola del gioco nasce in America nel 1975, in concomitanza con la programmazione del format televisivo alla NBC. A partire dal 1987, con l’avvio del programma su Odeon Tv, il gioco fu commercializzato anche in Italia. Nel corso degli anni, contenuto e confezione hanno subito qualche leggera modifica. La scatola del gioco rifletteva il cambiamento dei tempi: nel 1989 con il passaggio della trasmissione alla Fininvest, sulla confezione apparve la foto del conduttore Mike Bongiorno e il logo di Canale 5. Altro cambiamento nel 1992, quando sul coperchio della scatola furono inserite le immagini del padrone di casa e della valletta di quegli anni, Paola Barale. La stessa modifica avvenne nel 1995 quando l’immagine della valletta uscente fu sostituita dalla nuova che ai tempi era Antonella Elia. Successivamente sono state apportate nuove modifiche come quella nel 2007 quando ci fu il rilancio della trasmissione.


Potete trovare il gioco in scatola in vendita sulla nostra App.



Qui un divertente video con una delle puntate più celebri della Ruota della Fortuna: ve la ricordate?



Iscriviti alla newsletter
Download vintag
  • Bianco Instagram Icona
  • White Facebook Icon
  • Bianco YouTube Icona
  • White Twitter Icon
  • White LinkedIn Icon

© 2020 by Vintag srl piva 03560201208 info@vintag.store

Informazioni