Five: la storica mascotte di Canale 5

di Anna Rita Caddeo


Chi è stato bambino negli anni ’80, probabilmente ricorderà Five, il simpatico pupazzo animato a metà tra un draghetto e un biscione: oggi vi raccontiamo la sua storia. Buona lettura!




La nascita di Five

Siamo nel 1980 e Silvio Berlusconi è alla ricerca di una mascotte per l’allora nascente Canale 5. L’idea dell’imprenditore è quella di trasformare il logo della rete, rappresentato da un biscione con un fiore in bocca (ispirato al biscione visconteo), in un pupazzo animato dotato di voce. Inizialmente si rivolse a Maria

Perego, la storica creatrice di Topo Gigio ma, non soddisfatto del risultato, decise di affidarsi al Gruppo 80 composto da Enrico Valenti e Katia Perria, ex allieva della Perego. La coppia diede vita a un simpatico pupazzo di gommapiuma color arancio, con le sembianze a metà tra un draghetto e un biscione.



“Curriculum” di Five

Five è sempre stato un pupazzo un po’ rompiscatole e dispettoso. Appariva in pubblico con la tecnica su nero e la voce era doppiata da Marco Columbro, uno dei presentatori più popolari degli anni ’80 e ’90.

Five ha esordito in televisione nel varietà Premiatissima, condotto da Augusto Martelli. Nel programma, il pupazzo promuoveva il concorso “Operazione Five”. A seguito del grande successo, soprattutto tra il pubblico dei più piccoli, è diventato il protagonista dei programmi: Five Time, Domenica con Five e Pomeriggio con Five. Nel suo “curriculum” inoltre, sono attestate partecipazioni nei programmi come Il pranzo è servito, Bis, Superflash, ecc.

Il draghetto arancione ha inciso anche diversi brani come New Five Time, Five e l’indimenticabile Ma che Five, che sicuramente ricorderete in quanto divenne un vero e proprio tormentone.




Il merchandising

Come tutte le mascotte che si rispettino, anche intorno al nostro draghetto si è sviluppato un notevole merchandising. Tra gli oggetti più amati c’era il pupazzo a grandezza naturale che rappresentava Five nei panni di un conduttore televisivo o di un supereroe. Il pupazzo veniva dato come premio di consolazione in alcuni programmi televisivi dell’epoca ma si poteva trovare anche in commercio e, in questo caso, per i tifosi del Milan, c’era la versione con la maglietta della squadra: in quegli anni infatti, Five, divenne anche la mascotte della città meneghina con il nome di Dudy (soprannome di Pier Silvio Berlusconi). Attualmente i pupazzi di Five sono molto ricercati dai collezionisti insieme al gioco in scatola. Anche quest’ultimo veniva dato come premio di consolazione nei quiz televisivi ma si poteva trovare anche in commercio. Inoltre l’immagine di Five compariva sugli articoli per la scuola, orologi ecc.




Five e i suoi amici

Five è stato il precursore di tutti quei pupazzi che da lì a qualche anno sarebbero apparsi come mascotte delle tv per ragazzi, come Uan, protagonista di Bim Bum Bam su Italia 1, e Four di Ciao Ciao su Rete: entrambi realizzati dal Gruppo 80.


Iscriviti alla newsletter
Download vintag
  • Bianco Instagram Icona
  • White Facebook Icon
  • Bianco YouTube Icona
  • White Twitter Icon
  • White LinkedIn Icon

© 2020 by Vintag srl piva 03560201208 info@vintag.store

Informazioni