Consigli per riconoscere una Chanel 2.55 autentica

a cura di Lucilla Giramma


Cari Vintagers,

eccoci ritrovati con un nuovo appuntamento di #vintageladybag… anche oggi, come al solito, parleremo di borse di lusso, ma vorrei approfondire un argomento di cui spesso sento parlare:

SAPRESTE DISTINGUERE UNA CHANEL 2.55 AUTENTICA DA UNA FALSA?

La settimana scorsa vi abbiamo raccontato la storia di questa borsa, oggi vi indichiamo alcuni punti a cui prestare attenzione:





Occhio al prezzo

“Lasciate ogni speranza, o voi che entrate…” in questo caso voi che sperate di trovare una Chanel a poche centinaia di euro, poichè si tratta di una It-bag, un evergreen, una borsa Chanel non perde valore nel tempo, anzi può essere considerato un vero e proprio investimento…

Per cui se il prezzo a cui vi verrà proposta è basso pensateci bene!


Le card di autenticità

Molto importante per dimostrare l’autenticità di una Chanel bag è la card, sulla quale è riportato lo stesso numero seriale situato all’interno della borsa. La card fu introdotta da Chanel nel 1986, si tratta di una vera e propria carta (simile ad una carta di credito)rigida, di colore nero e con la bordatura dorata.


Il logo

Le due C che costituiscono il logo sono intrecciate tra loro, e precisamente: la C rivolta verso sinistra passa in basso sopra l’altra C; la C rivolta verso destra passa in alto sopra l’altra C. [nel 1985 Karl Lagerfeld sostituisce la chiusura rettangolare con quella a doppia C].


La catena

La tracolla a catena è placcata in oro 24kt, è molto pesante e ricordate che è

attraversata da un nastro di pelle (modifica attuata da Karl Lagerfeld negli anni ‘80).


Il colore della scritta interna

Un altro particolare che non deve passare inosservato è che se la chiusura a doppia C è color oro, la scritta “Chanel” all’interno della borsa sarà color oro, mentre se la chiusura sarà in argento anche la scritta all’interno sarà tale.


La pelle

Sono due i tipi di pelle utilizzati per realizzare la 2.55 : pelle d’agnello (lambskin) molto soffice al tatto, ma anche più delicata e quella di vitello martellato (caviar) più ruvida e sicuramente anche più resistente.


Le cuciture

I punti di cucitura sono piccoli e stretti, ogni rombo è realizzato almeno da 10/11 punti di cucitura, prestate molta attenzione ai piccoli particolari perché sono quelli che fanno la differenza e che difficilmente troverete curati in un falso…


Made in

All’interno di una Chanel originale troverete scritto” Made in Italy” o “Made in France” e non “Made in Paris”.


Le misure

Prima di effettuare l’acquisto assicuratevi che le misure della borsa corrispondano a quelle di una reale e autentica Chanel.


Ultimo consiglio, e non ultimo per importanza… quando effettuate un acquisto on-line assicuratevi di farlo nel modo migliore, cercate di prediligere l’acquisto all’interno di piattaforme “sicure” come Vintag che vi tutelino attraverso il pagamento in app e non solo.


Curiosità: Lo sapevate che all’interno del nostro Staff ci sono degli esperti che potranno seguirvi e aiutarvi per un acquisto sicuro? Pronti ad eliminare ogni vostro dubbio, basta scrivere al supporto consulenze@vintag.store


Con la speranza che questi piccoli consigli possano tornarvi utili, vi saluto e vi aspetto al prossimo appuntamento di #vintagladybag

E ricordate… Una borsa vintaG è per sempre!


Con affetto,

Lucilla

Iscriviti alla newsletter
Download vintag
  • Bianco Instagram Icona
  • White Facebook Icon
  • Bianco YouTube Icona
  • White Twitter Icon
  • White LinkedIn Icon

© 2020 by Vintag srl piva 03560201208 info@vintag.store

Informazioni