Ci vuole sensibilità

di Barbara Canoci


Nello scorso articolo vi avevo parlato dei festeggiamenti del capodanno cinese e vi avevo anticipato quale sarebbero stati gli aspetti che avrei trattato in questo, aspetti importanti per il popolo cinese in tutto il mondo, ma... non è possibile, non si può.

Traggo spunto dalla recente citazione della Senatrice Liliana Segre: “L'indifferenza racchiude la chiave per comprendere la ragione del male, perché quando credi che una cosa non ti tocchi, non ti riguardi, allora non c'è limite all'orrore. L'indifferente è complice. Complice dei misfatti peggiori"


Come ben si vede il popolo cinese è in ginocchio in questi drammatici giorni e tutto questo impone sensibilità e non indifferenza. Per tanto in accordo con il team di Vintag non vi parlerò dei dopo festeggiamenti perché non c’è stato alcun tipo di festeggiamento, ma vi parlerò di uno specchio, uno specchio degli anni '20 dalle linee pulite e semplici.




Lo specchio, lo specchio come simbolo perché qualche anno fa un bambino di 8 anni mi disse: mi piace guardarmi allo specchio perché mi vedo io e vedo tutto quello che c’è dietro di me. Questa sua affermazione mi restò impressa... ahhh! i bambini, così puliti e senza filtri, senza mezze parole!

E quindi si, direi che questo bellissimo specchio può farci riflettere in questi tempi così frammentati, ma che ci impongono di ricordare che in tempi lontani l’umanità guardava alla bellezza e come di consueto vi lascio uno spunto di riflessione perché sono sempre più convinta che l’amore presto o tardi salverà il mondo.


Per il prossimo mese di febbraio vi parlerò di scrivanie rigorosamente gusto vintage... a mercoledì prossimo!



Iscriviti alla newsletter
Download vintag
  • Bianco Instagram Icona
  • White Facebook Icon
  • Bianco YouTube Icona
  • White Twitter Icon
  • White LinkedIn Icon

© 2020 by Vintag srl piva 03560201208 info@vintag.store

Informazioni