• VintagTeam

Arcopal: le stoviglie della nonna

di Anna Rita Caddeo

Tra gli oggetti del passato capaci di suscitare in noi dolci ricordi, ci sono anche le stoviglie Arcopal. Riconoscibili per il caratteristico color bianco latte del vetro e dalla presenza di decori prevalentemente a tema floreale, gli articoli Arcopal erano presenti nelle case di tanti dei nostri nonni. Bistrattati negli anni ’90, ora sono ricercatissimi dagli amanti del vintage. Oggi la nostra rubrica è dedicata a loro. Buona lettura!

Un po’ di storia…

Arcopal è un marchio di stoviglie della Verrierie Cristallerie d’Arques, attuale Arc International: azienda fondata nel 1825 da Alexander de Lyons. Dal 1916 appartiene alla famiglia Durand.

Arc International, considerata la maggiore produttrice e distributrice di articoli di vetro al mondo, ingloba in sè diversi marchi tra cui Arcoroc, Luminarc e Arcopal, e ad ognuno di essi corrisponde un differente processo produttivo del vetro.

Arcopal: le caratteristiche e le decorazioni iconiche

La tecnica di lavorazione dell’opale fu scoperta nel 1958 e in tale data fu registrata con il marchio Arcopal. Caratterizzato dal color bianco latte, questo vetro è molto resistente e durevole.

Il marchio ha anche una mascotte: l’elefante arancione di nome Archibald, Archie per gli amici, che nelle pubblicità è chiamato ogni volta a testare la resistenza degli articoli, salendoci sopra come prova.

Piatti, bicchieri, tazze, insalatiere, caraffe: quello di Arcopal è un mondo infinito. Oltre all’inconfondibile colore del vetro, le stoviglie sono riconoscibili per le decorazioni. Le prime, quelle degli anni ’60, prevedono semplici fiori come margherite, papaveri, rose e girasoli. Negli anni ’70 nascono dei motivi che diverranno iconici tra cui “Lotus” (1974), con i fiori di loto ispirati al movimento hippie. Nel 1976 nasce il decoro “Scania”, composto da tanti fiorellini rosa e arancioni e nel 1981 il motivo “Veronica”, di cui abbiamo raccontato la storia in un altro post. Sempre nei primi anni ’80 nasce il decoro “Fruits de France”, che prevede composizioni di frutta come prugne, pere e uva.

La seconda giovinezza delle stoviglie

Siamo sicuri che molti dei vostri nonni hanno fatto colazione in una tazza con il motivo “Lotus”, oppure che molti di voi hanno mangiato sui piatti con il decoro “Veronica”. Possiamo dunque affermare che le stoviglie Arcopal sono generatrici di dolci ricordi!

Negli anni ’90 questi articoli venivano bistrattati e considerati kitsch, tant’è che l’azienda ne ha cessato la produzione nel 2000.

Le stoviglie della nonna da qualche anno stanno vivendo una seconda giovinezza. Sono, infatti, molto ricercate dagli amanti del vintage, soprattutto in terra francese. Inoltre, sui vari social sono stati creati numerosi gruppi di scambio e questo ha spinto la Arc International, nel 2016, a riprenderne la produzione, rispolverando alcuni dei decori iconici e introducendone nuovi.

Su Vintag trovate numerosi articoli in Arcopal degli anni ’70 e ’80, andate a curiosare!

Iscriviti alla newsletter
Download vintag
  • Bianco Instagram Icona
  • White Facebook Icon
  • Bianco YouTube Icona
  • White Twitter Icon
  • White LinkedIn Icon
Informazioni

© 2020 by Vintag srl piva 03560201208 info@vintag.store